fbpx
Via Boezio, 6 00193 Roma
+39 800 171 625
avv.capozza@rotalawyer.com

Nullità del matrimonio civile

Hai sentito spesso parlare di nullità del matrimonio civile ma ma non hai mai approfondito di cosa si tratta nello specifico?

In questo articolo ti spiego passo a passo che cosa è e cosa non è la nullità di matrimonio e tutto ciò che essa comporta.

Differenza tra Matrimonio Civile e Matrimonio Canonico

Prima di affrontare tutto ciò che riguarda la Nullità Civile, è doveroso fare una distinzione importante tra nullità di matrimonio civile e nullità di matrimonio canonico, nonché la distinzione tra matrimonio civile e matrimonio canonico.

La Costituzione Italiana riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio, che è ordinato sull’eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell’unità familiare.

Il matrimonio civile è il matrimonio che viene celebrato davanti ad un ufficiale di stato civile ed è disciplinato dalla legge italiana.

Il matrimonio canonico – c.d. matrimonio “concordatario” – invece viene celebrato davanti a un sacerdote secondo le regole del Diritto Canonico e del Concordato stipulato nel 1984 tra lo Stato Italiano e la Santa Sede.

Il matrimonio canonico viene disciplinato da due ordinamenti e da due sistemi di valori ben distinti.

Il Tribunale Civile dello Stato Italiano è l’unico competente per tutti i matrimoni celebrati sul territorio nazionale

  • con rito civile, oppure
  • con rito religioso diverso da quello cattolico (oggetto del Concordato).

Per i matrimoni concordatari è competente il Tribunale Ecclesiastico per gli effetti religiosi e quello Civile per gli effetti regolamentati dallo Stato italiano.

Hai bisogno di un Avvocato Rotale?

Nullità di Matrimonio Civile

Ora che abbiamo ben chiara la distinzione tra le due tipologie di matrimonio possiamo passare ad affrontare la questione relativa alla nullità del Matrimonio Civile.

Il matrimonio civile infatti, può essere impugnato con una richiesta di annullamento o di nullità.

Sull’annullamento di matrimonio (sia dell’annullamento di matrimonio civile, sia dell’annullamento di matrimonio religioso) ti rimando alla lettura degli articoli dedicati.

Ritornando alla nullità, tale azione:

  • ha una natura di accertamento e, conseguentemente, la sentenza che la definisce è di natura dichiarativa (ex art. 1421 e 1422 del Codice Civile).
  • è personale ed intrasmissibile, tanto è vero che il pubblico ministero, che
    spesso è anche legittimato, non può proporla dopo la morte del coniuge.
  • non è soggetta a prescrizione e non prevede sanatoria.
  • Opera ex tunc, ovvero ha effetto retroattivo, ed il matrimonio è come se non fosse mai stato celebrato.

Cerchiamo di chiarire alcuni concetti fondamentali:

  • La nullità del matrimonio civile non è l’annullamento e non è il divorzio.
    La nullità del matrimonio civile è diversa dalla nullità del sacramento del matrimonio.
    La nullità del matrimonio scioglie il vincolo ex tunc ed il negozio giuridico è come se non fosse mai esistito.
  • L’annullamento scioglie il vincolo matrimoniale ex nunc ed è causato da un vizio del negozio giuridico, che comunque esiste.
    L’azione per chiedere l’annullamento del matrimonio è soggetta a prescrizione decennale e può essere oggetto di sanatoria.
  • Il Divorzio scioglie gli effetti del matrimonio dal momento della sentenza civile ma ne presuppone la validità.
    E’ bene precisare che non esiste il c.d. Divorzio cattolico.

Conseguenze della Nullità del matrimonio civile

Ma quali sono le conseguenze effettive della Nullità di matrimonio Civile?
La nullità del matrimonio opera ex tunc, con effetto retroattivo, quindi il matrimonio è come se non fosse mai esistito.

In particolare, la sentenza che dichiara la nullità del matrimonio determina i seguenti effetti:

  • perdita della qualità di coniuge e di tutti i diritti e gli obblighi di natura
    personale legati al matrimonio con conseguente riacquisto della libertà di stato e, per la donna, dell’uso esclusivo del cognome di nascita.
  • cessa la eventuale comunione legale , si perdono i diritti ereditari (come ad esempio, il diritto alla pensione di reversibilità) e sono nulle le eventuali donazioni obnuziali (quelle fatte proprio nell’ambito del matrimonio);
  • i figli conservano i diritti ed i doveri nei confronti dei genitori e lo status di figlio legittimo. In relazione all’affidamento dei figli minorenni ed al loro mantenimento, si applicheranno le regole previste per la separazione dei coniugi secondo il Codice Civile.
  • nei rapporti di parentela, viene meno il vincolo di affinità tra l’ex coniuge e i parenti dell’altro.

Matrimonio putativo

Il cosiddetto matrimonio putativo (considerato valido da uno o da entrambi i coniugi) produce i suoi effetti sino alla pronuncia giudiziale di nullità del matrimonio stesso.

Se solo uno dei due coniugi era in buona fede al momento del consenso, quest’ultimo avrà il diritto di ottenere (in quanto gli effetti del matrimonio putativo si producono nei suoi soli confronti) una congrua indennità e gli alimenti.

Se entrambe le parti erano in male fede, invece, gli effetti del matrimonio putativo non si produrranno.
Per buona fede si intende l’incolpevole ignoranza che si presume fino a prova contraria ed è sufficiente che ricorra al momento della celebrazione.

Cause di nullità del Matrimonio civile

Ora che abbiamo ben chiaro in cosa consiste la Nullità di Matrimonio, cerchiamo di capire quando essa si può verificare.

In particolare si può avere nullità del matrimonio quando:

  1. Il Matrimonio è contratto in violazione dell’articolo 86 (libertà di Stato) ovvero da chi era già precedentemente sposato.
  2. Il Matrimonio è contratto in violazione dell’articolo 88 (delitto contro il
    precedente coniuge
    ) se uno degli sposi viene condannato per l’omicidio o il tentato omicidio del coniuge precedente dell’altro.
  3. Il Matrimonio di chi al tempo della celebrazione è stato dichiarato dal competente Tribunale interdetto per infermità di mente, oppure era già infermo di mente, anche se l’interdizione è stata pronunciata in seguito al matrimonio.

Ti ritrovi in una di queste situazioni e hai bisogno di un confronto?

Con questo articolo spero di averti fornito una maggiore chiarezza sulla Nullità di Matrimonio Civile.

Contattami per maggiori informazioni.